Durante il nostro recente viaggio alla scoperta della Sicilia Occidentale abbiamo cercato di includere alcune tappe che, malgrado possano sembrare meno conosciute, in realtà sono proprio quelle che ci hanno lasciato di più. Un esempio è proprio quello della cittadina di Mazara del Vallo.

mazara-del-vallo

Mazara del Vallo è un paesino di mare in provincia di Trapani, dall’impronta particolare e piacevole. E’ una cittadina ricca di storia e il suo centro storico, sebbene molto raccolto, ne è una dimostrazione.

In questo articolo ti indicheremo alcune attrazioni che non dovrai perderti se ti trovi dalle parti di Mazara del Vallo.

Inizieremo la nostra visita da Piazza Plebiscito, proprio dove si trova il museo del Satiro Danzante, allestito all’interno della Chiesa sconsacrata di Sant’Egidio. Il museo accoglie ancora oggi la statua di bronzo del Satiro Danzante, trovata dai pescatori del luogo nel 1998. Si dice che la statua possa risalire addirittura al secondo secolo avanti Cristo! (L’ingresso al museo ha un costo di 6€).

Mazara del Vallo e le sue bellezze

Proprio di fronte al museo si trova il Collegio dei Gesuiti, un edificio barocco all’interno del quale si può ammirare il bellissimo e luminoso chiostro, contornato da 24 colonne in stile dorico.

mazara-del-vallo

Accanto il Collegio dei Gesuiti si trova la Chiesa di Sant’Ignazio, o meglio quello che resta oggi della Chiesa, essa infatti subì un grave crollo nel 1933; successivamente fu messa in sicurezza e adesso è aperta gratuitamente al pubblico.

Nonostante non sia rimasto praticamente più nulla della Chiesa rimane comunque piacevole fare una visita all’interno e scorgere ancora alcuni dei suoi orginali dettagli, la sua cupola ormai crollata, le sue colonne e tutto lo splendore che la ricopriva.

Facendo appena qualche passo tra le vie di Mazzara del Vallo si arriva in Piazza della Repubblica, dove troverai il Palazzo Vescovile, il Seminario dei Chierici e la Cattedrale del Santissimo Salvatore.

mazara-del-vallo

Costeggiando la chiesa si va incontro a Piazza Mokarta, alla fine della quale si trova l’Arco Normanno, che rappresenta uno dei simboli più caratteristici della città; sorto come porta d’ingresso voluto da Ruggero I dopo la vittoria contro i Saraceni, fu demolito alla fine dell’Ottocento per creare lo spazio necessario alla creazione di un giardino pubblico: Villa Jolanda.

Un’altra delle attrazioni imperdibili di Mazara del Vallo è di sicuro la Chiesa di San Francesco, la quale nasce con uno stile arabo normanno che nel tempo ha preso le caratteristiche dello stile barocco, grazie all’abbattimento di alcune parti della chiesa preesistente.

E’ ritenuta (e noi concordiamo appieno) la chiesa più bella di Mazara del Vallo, proprio per la spettacolarità degli affreschi e degli elementi in bassorilievo nelle navate, che rappresentano donne, fanciulli e angeli.

mazara-del-vallo

Una delle chiese più affascinanti e ricche di dettagli che abbiamo visto negli ultimi viaggi, paragonabile (non per stile ma per ricchezza di particolari) al Duomo di Monreale e alla Chiesa della Martorana di Palermo. L’ingresso peraltro è gratuito ed è possibile fare una donazione volontaria per la sua manutenzione.

Una passeggiata tra i vicoli più antichi della città?

Proprio non appena si mette piede fuori dalla Cattedrale si nota già che la zona ha qualcosa di particolare. Prima di addentrarci nel quartiere che stiamo per scoprire, vale sicuramente la pena fare una breve visita in quello che abbiamo trovato uno dei luoghi più originali, caratteristici e pieni di valore artistico della nostra bella isola.

Stiamo parlando di un piccolo e quasi invisibile laboratorio proprio a fianco della Chiesa di San Francesco dove un signorotto minuto e simpatico, Ignazio Auguanno, unico erede della sua straordinaria arte, realizza delle miniature di chiese e monumenti come noi non le avevamo mai viste. Le sue creazioni ci hanno colpito particolarmente, è un’esempio della tradizione e dei valori culturali della nostra isola che purtroppo rischiamo di perdere per sempre.

mazara-del-vallo

La storia di questi luoghi racconta che durante il Medioevo Mazara del Vallo fu un’importante città per la Sicilia ed era abitata da 4 gruppi etnici differenti suddivisi tra latini, ebrei, greci e musulmani. Ognuno di questi gruppi diede vita a 4 quartieri distinti, l’unico che ancora oggi si può ammirare, visitare e riconoscere è il quartiere islamico.

Il quartiere si snoda tra alcuni vicoli che un tempo facevano parte della città saracena, fino a qualche anno fa era una zona poco frequentata e poco curata. Solo recentemente è stata riqualificata e riportata in vista, i muri sono stati ripuliti e arricchiti con nuove forme d’arte; camminando oggi tra i vicoli è possibile ammirare delle maioliche colorate ritraenti messaggi che promuovono i valori di rispetto della diversità e tolleranza religiosa.

Questa zona viene infatti chiamata Kasbah, frutto dell’integrazione tra la Sicilia e i diversi popoli che arricchiscono con le proprie culture un pittoresto borgo di mare.

mazara-del-vallo

I dintorni di Mazara del Vallo

Se ti trovi a visitare questa parte della Sicilia non perderti il mare di Mazara del Vallo, con sabbia dorata e acque cristalline. La Tonnarella è la spiaggia più vicina alla città e si estende per circa 8 km.

Se stai visitando altre zone della Sicilia Occidentale potresti utilizzare Mazara del Vallo come base per le tue visite nei dintorni, da qui ad esempio potresti raggiungere il complesso archeologico dei templi di Selinunte, oppure fare un salto alle famose saline di Marsala.

Ci segui già su Instagram? 😃

Ad appena un’ora di guida da Mazara del Vallo potresti raggiungere la bella Trapani, o raggiungere le paradisiache isole Egadi. Se sei in cerca di ispirazione su tappe e attrazioni dai un’occhiata all’articolo Sicilia Occidentale cosa vedere!

Assaggiare le specialità sicule a Mazara del Vallo?

Se sei di buona forchetta come noi ti starai chiedendo di sicuro dove mangiare a Mazara del Vallo! Beh, i posti dove trovare del buon cibo tipico qui non mancano, sei in Sicilia dopo tutto! 😄

Durante la nostra visita della Sicilia Occidentale in auto, abbiamo voluto dare al viaggio un’impronta casereccia, per cui ci siamo riferiti solo a piccole realtà che tenessero l’impronta locale, quasi casalinga.

In un’occasione siamo stati a mangiare in una piccola trattoria semplice e alla mano dove abbiamo mangiato quelli che definiremmo fra i più buoni piatti tipici assaggiati, peraltro ad un prezzo eccezionale!

Alla “Trattoria da Giacomo” abbiamo mangiato squisiti antipasti a base di pesce appena pescato, delle fenomenali busiate trapanesi alle melanzane e pesce spada e concluso il pasto, di suo già abbondante, con un cannolo alla ricotta scomposto, una interessante rivisitazione del tipico cannolo siciliano.

mazara-del-vallo

Abbiamo accompagnato il tutto con un litro di vino al costo totale di 28€ per due persone! In Sicilia anche questo è possibile! 😄

Se vuoi scoprire i piatti tipici di questa zona e non solo leggi l’articolo Palermo cosa mangiare, nel quale abbiamo elencato alcuni piatti tipici che non devi assolutamente perderti!

Speriamo di averti fornito i consigli necessari a passare qualche giornata piacevole in questa parte della Sicilia, a breve pubblicheremo i video del bellissimo viaggio alla scoperta della Sicilia Occidentale, non dimenticare di iscriverti al canale YouTube!

Nel frattempo qui sotto ti lasciamo il video di un’altra bellissima zona della Sicilia che abbiamo avuto il piacere di scoprire, Ragusa! Iscriviti al canale!

Se ti piacciono le foto di viaggio seguici su Instagram, dove pubblichiamo gli scatti più belli in giro per il mondo! Ti aspettiamo!

Write A Comment

3 × due =

Pinnalo!