Quando si programma una vacanza può capitare di non avere molto tempo a disposizione da dedicare alla scoperta approfondita di un luogo, ma con una buona organizzazione si può riuscire a scoprire le attrazioni più belle senza tralasciare nulla. Attraverso questo articolo ti proporremo l’itinerario “Palermo cosa fare in tre giorni”. La visita di questa città ti sorprenderà!

La Palermo della cultura e della storia

Durante il nostro recente viaggio nella Sicilia Occidentale in auto abbiamo potuto appurare di persona che Palermo è una città molto particolare, nella quale la storia e le varie culture che si sono susseguite negli anni hanno dato ogni volta un nuovo volto alla città.

Durante i secoli infatti Palermo ha subìto diverse dominazioni: i fenici l’hanno costruita, per poi essere conquistata dai Romani, dagli Arabi, dai Normanni e dagli Spagnoli. E’ stata una delle più attive capitali europee durante il periodo dell’Illuminismo e successivamente patria liberty. Passeggiando per le sue vie, dall’architettura, alla cultura e fino a cibo si possono avvertire i cambiamenti delle diverse epoche che la città ha vissuto – Palermo cosa fare in tre giorni.

cattedrale palermo

Palermo cosa fare in tre giorni – Day 1

Nel primo giorno della scoperta di Palermo potrai dedicarti al suo centro storico. Familiarizza con la città e passeggia tra le sue vie più importanti.

Inizia da Porta Nuova, la quale segna l’ingresso del centro storico con Via Vittorio Emanuele; proprio qui si trova il Palazzo dei Normanni, che oggi è la sede amministrativa della Regione Siciliana. All’interno del Palazzo dei Normanni si può visitare la cappella Paladina, una chiesa ricca di marmi e intarsi risalenti al periodo bizantino.

palazzo dei normanni palermo

Poco distante dalla cappella si trova San Giovanni degli Eremiti la cui struttura, sormontata da cupole rosse, ricorda una moschea.

Rientrando verso via Vittorio Emanuele dirigiti verso la Cattedrale di Palermo, dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta, siamo sicuri la noterai immediatamente! E’ imponente e maestosa e al primo sguardo si notano già le differenti ere storiche e gli stili che l’hanno modificata nel tempo rendendola sempre più bella.

Palermo cosa fare in tre giorni

All’ora di pranzo potresti valutare di andare verso Ballarò, un antico mercato di Palermo. Qui ci troverai davvero di tutto, anche il tipico street food palermitano (che ovviamente dovrai provare!).

Fai un’immersione nei piatti tipici tramite l’articolo Palermo cosa mangiare.

Successivamente dirigiti verso i Quattro Canti, un incrocio contraddistinto da quattro angoli di strutture decorative barocche del 1600.

Qui sarai un pò al crocevia delle attrazioni di Palermo, se svolti a sinistra verso via Maqueda potrai ammirare il Teatro Massimo, il terzo teatro lirico d’Europa per dimensioni!

Continuando la tua passeggiata arriverai in Via Ruggero Settimo, la via dello shopping e alla fine di questa via ti troverai davanti il Teatro Politeama.

politeama palermo

Palermo cosa fare in tre giorni – Day 2

In questo secondo giorno di itinerario scoprirai un’altra area di Palermo, partendo sempre dai Quattro Canti ma svoltando stavolta a destra verso via Maqueda; qui ci trovi piazza Pretoria, con la sua stupenda fontana che ti consigliamo di ammirare prendendoti i tuoi tempi. La quantità di dettagli du questo monumento artistico è davvero incredibile.

fontana pretoria palermo

Quando i tuoi occhi ne avranno abbastanza prosegui in direzione Piazza Bellini, nella quale potrai ammirare la sorprendente Chiesa di San Cataldo, che riconoscerai dalle sue tre cupole rosse, un meraviglioso capolavoro di arte arabo-normanna!

Adiacente si trova la Martorana, o Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, con un interno ricco di affreschi e mosaici.

chiesa martorana palermo

I mercati a Palermo sono una tradizione, ecco perché anche stavolta ti consigliamo di visitare la Vucciria, l’antico mercato di Palermo, che addirittura la sera si trasforma diventando un importante luogo di incontro della movida cittadina – Palermo cosa fare in tre giorni.

Dopo aver gustato del buon cibo siciliano ti consigliamo di dirigerti verso la Kalsa, un’antica zona araba che si sviluppa attorno a piazza Maggione, la quale ti farà arrivare al Foro Italico, il lungomare di Palermo.

A primo impatto potresti trovarti davanti quello che sembra un quartiere decadente, il quale tuttavia nasconde dei tesori. Inizia la visita dal Palazzo Valguarnera Gangi, nel quale fu girata la scena del ballo nel film “Il Gattopardo”.

Nei paraggi potrai vedere la Chiesa della SS. Trinità di Piazza Magione e la Chiesa di Santa Teresa. Un’altra delle chiese particolari della zona che merita una visita è Santa Maria dello Spasimo, la quale non ha più il tetto e nel mezzo della sua navata ospita un albero che si allunga verso il cielo, uno spettacolo davvero originale!

Andando verso il mare potrai vedere la Porta dei Greci e il Foro Italico con il bellissimo lungomare di Palermo. Per una pausa all’ombra degli alberi di arancio puoi visitare Villa Giulia.

Scopri i dintorni di Palermo nella nostra galleria Instagram!😃

Palermo cosa fare in tre giorni – Day 3

In questo terzo giorno ti consigliamo di dedicare del tempo alla bella Mondello, dove troverai uno dei mari più belli di questa zona. Puoi raggiungere Mondello anche con un bus, in circa mezz’ora.

spiaggia mondello palermo

Palermo cosa fare in tre giorni

La particolarità della spiaggia, oltre all’acqua limpida e la sabbia bianca, è data dallo stabilimento balneare in stile liberty che sorge come una palafitta sull’acqua, creato nei primi del Novecento da una società belga che scoprì questo bel borghetto di mare.

Se visiti Palermo in estate potresti approfittarne per dedicare mezza giornata al relax; tieni a mente però che Mondello è il rifugio balneare dei palermitani e che nella bella stagione potrebbe essere abbastanza affollato 😉!

Se hai ancora qualche ora a disposizione ti consigliamo di visitare Monreale, che anche in questo caso potrai raggiungere grazie ad un bus che parte dal centro di Palermo.

duomo monreale palermo

Monreale si trova in cima al Monte Caputo e si trova proprio qui il maestoso Duomo risalente al XII secolo. L’interno dell’edificio è impreziosito con mosaici bizantini e la figura più significativa è del Cristo Pantocratore, che dall’alto sembra abbracciare tutta la cattedrale. Salendo in cima alla terrazza del Duomo si ha una vista meravigliosa su tutta Palermo.

Qualche giorno in più a Palermo?

Se hai qualche giorno in più da dedicare alla visita di Palermo ecco delle interessanti alternative.

Una delle attrazioni più particolari di Palermo, le Catacombe dei Cappuccini, offre un tour all’interno di una cripta contenente circa 8000 salme, molte delle quali perfettamente mummificate. Quella che viene considerata uno dei migliori esempi di mummificazione al mondo è la mummia della piccola Rosalia Lombardo, morta a due anni di polmonite nel 1920. Spettacolo non per tutti ma che potresti voler approfondire.

Un altro luogo che merita una visita è il palazzo La Zisa, edificio in stile arabo-normanno edificato nel 1165 come residenza reale estiva, un tempo circondato da un vasto parco per la caccia.

Un altro luogo da vedere è il Palazzo Chiaramonte-Steri, che oggi ospita il rettorato dell’Università di Palermo. Una delle attrazioni più belle del palazzo, insieme alla sala delle udienze ricoperta di graffiti, è il celebre dipinto “La Vucciria” di Renato Guttuso.

Vuoi vedere qualcosa che si allontana dallo stile che hai visto nella città di Palermo? L’Oratorio di San Lorenzo stupisce tutti per i suoi interni in stile barocco. Un’arte ben lontana da quella alla quale ti ha abituato la città in questo itinerario Palermo cosa fare in tre giorni, l’edificio è infatti ricco di stucchi bianchissimi, decorazioni e statue di marmo che catturano lo sguardo riempiendo gli occhi di meraviglia.

Allontanandoti dal centro di Palermo trovi anche il Monte Pellegrino, potrai trovarci monumenti, torri e palazzi. Degno di nota è il complesso delle Grotte dell’Addaura in cui si trovano graffiti rupestri risalenti al paleolitico; in questa zona dedica anche una visita al Santuario di Santa Rosalia, la protettrice di Palermo.

Palermo cosa fare in tre giorni per viverla al meglio?

Come avrai intuito dall’itinerario, le cose da fare e da vedere a Palermo sono tante, soprattutto insieme ai piatti da assaggiare. Puoi trovare altri approfondimenti dei luoghi da scoprire nell’articolo Palermo cosa vedere.

Speriamo che queste informazioni possano aiutarti a programmare i tuoi giorni a Palermo al meglio!

Se ti stai chiedendo dove dormire a Palermo, dai un’occhiata alle migliori camere della città attraverso il nostro alleato numero uno, Booking 😊!

A breve sul nostro canale Youtube arriveranno anche i video del bellissimo viaggio alla scoperta della Sicilia Occidentale, ti lasciamo qui sotto il video di un’altra interessantissima parte della Sicilia, non dimenticare di iscriverti al canale!

Seguici anche su Instagram, dove pubblichiamo gli scatti più belli in giro per il mondo! Ti aspettiamo!

Write A Comment

diciannove + 7 =

Pinnalo!