Ti stai chiedendo se da qualche parte in questo grande mondo c’è ancora gente che vive sottoterra? Di esempi potremmo trovarne diversi, ma in questo caso ti raccontiamo della stramba e originale Coober Pedy città sotterranea del deserto Australiano!

Coober Pedy città sotterranea, come arrivare

Se stai attraversando l’Australia on the road con un mezzo tuo, un’ipotesi probabile, probabilmente stai arrivando dal Sud Australia o dal Northern Territory, dopo aver scoperto Alice Springs.
Se ti trovi in una città australiana, ad esempio Melbourne, e hai voglia di scoprire questa attrazione originale e poco conosciuta guidando, puoi valutare il noleggio; ci sono diverse compagnie alle quali potrai riferirti (vedi Juicy, Travellers Autobarn, Mauì, Spaceships ecc). Qui trovi tutti i consigli per un viaggio on the road in Australia.
Quando arrivi a Coober Pedy la città sotteranea del Sud Australia, a darti il benvenuto nel centro urbano, se così vogliamo definirlo, troverai il simbolo della cittadina; un maggiolone con un tubo attaccato dietro (che ricorda una aspirapolvere) con tanto di scritta COOBER PEDY; essa raffigura per l’appunto una delle auto utilizzate in passato per l’estrazione dal terreno. Scoprirai fra poco il suo significato completo.
Coober Pedy città sotterranea
La cittadina a primo acchito si presenta con un aspetto non curante e sbadato; mucchietti di terra qui e li abbandonati con poca considerazione e qualche insegna scolorita che spunta tra le facciate dei pochi negozi che vedi su strada.
Si respira polvere, il clima è caldo e asciutto e poca gente, la maggior parte dei quali Aborigeni, si muove lentamente in quello che sembra una ordinaria realtà quotidiana.

Coober Pedy città sotterranea, la missione e la ricerca

Avevamo pregustato attraverso le immagini su internet il fascino delle costruzioni sotterraneee di Coober Pedy città sotterranea ma non ne afferravamo a pieno i motivi.
Finchè, una volta arrivati, i locali ci spiegano il vero motivo dell’esistenza di questa cittadina nel mezzo del nulla.
La pietra preziosa chiamata Opale.
L’enorme business che è conseguito al ritrovamento della grossa quantità di Opale presente in questa zona è stato fonte di ricchezza per tutto il Paese.

La gente del luogo (e di conseguenza i turisti) ne è talmente catturata da girovagare per strada osservando gli angoli delle vie, i marciapiedi, ogni singola montagnetta rivoltata da qualche parte. Adesso riusciamo a spiegarci meglio l’esistenza di tutti quei mucchi di terra qui e li; da decenni qui si scava e si riscava in cerca di pezzi di Opale, che essi siano grossi o anche solo piccoli sassolini.

Coober Pedy città sotterranea
Ci fa sorridere ripensare a come la gente ne sia totalmente assopita, perché da osservatore esterno sembra come se una droga di massa fosse distribuita per via aerea. Ed è contagioso. Ci scivoliamo dentro come un piede in un calzino e finiamo anche noi per andare in giro con l’aria famelica di chi sa che troverà la sua fortuna. Come siamo buffi, hanno fatto di tutto per farci convincere che il prossimo pezzo di Opale deve essere ancora trovato e potrebbe essere sotto i nostri occhi!

Coober Pedy città sotterranea, la scoperta delle pietre preziose

Scopriamo così attraverso guide, musei e tunnel sotterranei all’interno delle ex mine, che un tempo degli uomini in transito nel deserto si imbatterono accidentalmente nel territorio dove oggi sorge il centro abitato. A loro sorpresa trovarono altissime quantità di una pregiata pietra minerale, generata da millenni di cambiamenti della marea.
La gemma è davvero singolare, una meravigliosa pietra di silica (vetro naturalmente creato) con infinite sfumature di colore che ti catturano (come la Archepietra nella storia dello Hobbit).
Inutile prolungarsi sul giro di miliardi generati da essa in questi anni che di sicuro ha dato una consistente mano d’aiuto all’economia di Coober Pedy la città sotterranea e per esteso all’economia australiana. Il fatto interessante è che la produzione che Coober Pedy offre al mondo commerciale rappresenta l’80% dell’Opale utilizzato dall’intero Pianeta.Coober Pedy città sotterranea

Coober Pedy città sotterranea – le case sotto terra

L’insolita Coober Pedy città sotterranea esercita il suo fascino anche per le case e gli edifici costruiti sotto terra.
Rifinite con cura e attenzione ai dettagli, le camere sotto il terreno offrono una temperatura costante che varia tra 20-25° centigradi. Esse offrono inoltre riparo dal sole cocente e da temperature che raggiungono con facilità i 50°.
Le case sono strutturate in modo tale da garantire un flusso d’aria continuo attraverso lunghi fori affacciati in superficie che ne garantiscono il ricambio e l’impossibilità per le mosche di accedere dentro le strutture (in queste zone ce ne sono davvero moltissime).
Coober Pedy città sotterranea
Una curiosità su Coober Pedy città sotterranea è il suo nome, che significa “sepoltura dell’uomo bianco”.
Il termine deriva dalla lingua aborigena e va a sintetizzare quello che accadde dopo l’arrivo dell’uomo bianco in questa zona. In un primo momento, per ripararsi dal caldo, gli inglesi in missione scavarono delle buche dove stare. Fu solo dopo aver scoperto l’esistenza dell’Opale che si cominciò a scavare anche per fini commerciali.
Coober Pedy città sotterranea
Tante sono le cose che abbiamo imparato e scoperto e per noi è stata una visita piena di fascino, originalità e stupore. Non potevamo immaginare che tutto questo sarebbe venuto fuori da una piccola cittadina alla quale a primo sguardo non daresti un soldo!
Ti piacerebbe visitare questi luoghi? Beh abbiamo una super notizia per te! Stiamo organizzando un viaggio di gruppo per l’Australia!! Non vediamo l’ora di mostrarti i punti più belli ed affascinanti di questo Paese!
Rimani aggiornato dai social, a breve pubblicheremo tutti i dettagli del viaggio!
Ti aspettiamo!
F&V

Write A Comment

Pinnalo!